Ogni anno le persone si ammalano di fuliggine. La causa della perdita di monossido di carbonio sono installazioni difettose del caminetto e dispositivi di riscaldamento non sigillati. L'installazione di rilevatori di monossido di carbonio è l'unico modo per rilevare concentrazioni pericolose di monossido di carbonio nelle stanze. Quale rilevatore scegliere per proteggere adeguatamente noi e gli altri membri della famiglia? Assicurati di leggere la nostra guida. Il rilevatore di monossido di carbonio è un dispositivo piccolo e di facile utilizzo che monitora costantemente l'aria nella stanza.

compra in Rotopino.it
59 IVA inclusa
Sensore di monossido di carbonio Kidde 445673
GIACENZA
>10pz.
spedizione
consegna
5 giorni
42,49 IVA inclusa
41,37 IVA inclusa

Quando il monossido di carbonio perde nell'edificio, il sensore ne informa i membri della famiglia. Chad è estremamente pericoloso, è chiamato l'assassino silenzioso perché è incolore, inodore e insapore, motivo per cui è così difficile da rilevare.

 

Il rilevatore controlla che la concentrazione di gas nella stanza non superi lo standard consentito, che di solito è del 15%. La parte principale del rilevatore di monossido di carbonio è il sensore chimico o elettrochimico. Contiene sostanze che reagiscono al monossido di carbonio nell'aria. I dati ricevuti vengono analizzati da un microprocessore, che in caso di necessità fa scattare un allarme. I rilevatori di monossido di carbonio sono dotati di un altoparlante che emette un segnale acustico.

 

Alcuni prodotti hanno anche un segnale luminoso. I rilevatori di monossido di carbonio sono un dispositivo che non occupa molto spazio. I sensori devono essere sempre installati in conformità con le istruzioni del produttore, poiché la costruzione di un determinato prodotto può richiedere un metodo di installazione specifico. Indipendentemente dal tipo di sensore, tuttavia, ci sono sempre alcune regole di base da seguire. I rilevatori di monossido di carbonio non dovrebbero mai essere installati in zone morte, cioè luoghi dove non c'è un'adeguata circolazione d'aria. Tali zone si trovano a circa 20 cm dal soffitto e direttamente accanto al pavimento. Inoltre, i luoghi soggetti a correnti d'aria e forti movimenti d'aria non sono raccomandati. I sensori non svolgeranno la loro funzione su griglie di ventilazione, finestre, porte o ventilatori. Anche posizionare i rilevatori di monossido di carbonio in luoghi riparati non è una buona idea. Armadi e mensole che coprono il sensore possono interferire con il suo funzionamento e impedire il rilevamento tempestivo di alte concentrazioni di gas.

 

Questi dispositivi non sono inoltre destinati a luoghi esposti a prodotti chimici domestici, polvere o grasso. I rilevatori di monossido di carbonio non devono essere installati molto vicino al forno, perché in questo luogo la concentrazione di monossido di carbonio a volte aumenta temporaneamente, il che è un processo del tutto normale. La maggior parte dei modelli funziona correttamente in ambienti in cui la temperatura è compresa tra 3 e 45oC.

 

 

 

Tuttavia, troverai anche quelli che funzioneranno bene in luoghi in cui la temperatura varia da -20 a 75oC. La maggior parte dei rilevatori di monossido di carbonio funziona correttamente in ambienti con umidità compresa tra il 10% e il 90%. I rilevatori di monossido di carbonio vengono solitamente posizionati a parete, ad un'altezza di 150-180 cm, in luoghi con una buona circolazione d'aria, fino a 5 metri dal dispositivo di riscaldamento. Nella camera da letto, dovrebbero essere installati più in basso, ma ad un'altezza di oltre 70 cm dal pavimento. I rilevatori di monossido di carbonio dovrebbero essere in ogni stanza con un caminetto, una caldaia o una stufa. Vale anche la pena installarli su fornelli e bombole del gas. Di conseguenza, il rilevamento delle fughe di gas è possibile molto più rapidamente prima che si diffonda in tutto l'edificio. Vuoi acquistare un rilevatore di monossido di carbonio che proteggerà te e gli altri membri della famiglia in caso di fuoriuscita di monossido di carbonio? Assicurati di selezionare un sensore certificato. Un modello di buona qualità dovrebbe soddisfare lo standard PN-EN 50291. I prodotti senza le appropriate approvazioni non dovrebbero essere semplicemente acquistati, perché sono inutili.

 

Per un risparmio così piccolo e apparente, non vale assolutamente la pena rischiare la vita tua e dei tuoi cari. I sensori di monossido di carbonio possono essere alimentati dalla rete o dalla batteria. I modelli alimentati a batteria sono molto più convenienti, poiché la loro installazione non dipende dall'accesso a una presa elettrica. Inoltre, non vi è alcun rischio di spegnere il rilevatore in caso di interruzione di corrente. Tuttavia, dovresti ricordarti di sostituire periodicamente la batteria, almeno una volta ogni sei mesi. È possibile posizionare un modello wireless di questo tipo sulla parete montandolo su pioli o posizionandolo su un armadietto. Puoi anche spostarlo facilmente in un'altra stanza, se necessario. I sensori di monossido di carbonio possono anche essere sotto forma di ibridi, come dispositivi 2-in-1 o 3-in-1. Quindi combinano le funzioni di un rilevatore di gas, monossido di carbonio e fumo. Alcuni modelli possono essere integrati con altri dispositivi e collegati al sistema di allarme. Tuttavia, non possono funzionare autonomamente. Tali sensori sono caratterizzati da un'elevata sensibilità. In caso di allarme, possono inviare una notifica di soccorso tramite SMS o tramite l'app. Questa soluzione è particolarmente importante per le persone che sono spesso lontane da casa. I fumatori spesso temono che il fumo di sigaretta inneschi l'allarme, quindi preferiscono non installare un rilevatore di monossido di carbonio. Questa paura è completamente infondata, poiché questo fumo non contiene abbastanza monossido di carbonio per influenzare il funzionamento del dispositivo. Quando si sceglie un sensore di monossido di carbonio, prima di tutto, prestare attenzione al fatto che il dispositivo abbia i certificati e le approvazioni necessari.

 

Solo un prodotto del genere è in grado di avvisarti in caso di fuoriuscita di monossido di carbonio. Un certificato in conformità con PN-EN 50291 deve essere rilasciato da un organismo indipendente, come BSI, TUV o CNBOP. È importante che il sensore sia sufficientemente rumoroso. Deve essere ascoltato in tutto l'edificio in modo che coloro che si trovano nelle altre stanze abbiano la possibilità di reagire. Di norma, i dispositivi emettono suoni con un volume di 80-90 dB. Va bene quando i sensori di monossido di carbonio emettono anche segnali luminosi di avvertimento. Alcuni modelli sono inoltre dotati di display LCD che consentono di leggere il livello di concentrazione del gas. La leggibilità consente di determinare quanto è grande il pericolo. Anche la durata del dispositivo e il periodo di garanzia sono parametri estremamente importanti. La maggior parte dei dispositivi offerti è dotata di sensori elettromeccanici, la cui durata è determinata per un periodo da 2 a 10 anni. Di solito, la durata del sensore è la stessa del periodo di garanzia. Dopo la scadenza del periodo di garanzia, il dispositivo deve essere sostituito. Vale la pena tenerne conto quando si acquista un rilevatore di monossido di carbonio. Dovrai sostituire un dispositivo con una durata di servizio di due anni fino a cinque volte in 10 anni. Pertanto, calcola attentamente se il modello leggermente più economico con una garanzia di 2 anni sarà effettivamente più economico nel corso degli anni rispetto al prodotto leggermente più costoso con una durata di 10 anni.

Produttori correlati al negozio Rotopino.it:
* Campi obbligatori
Aggiungi commento