Un generatore è un dispositivo di uso universale. Si trova spesso nei cantieri, nei lavori di ristrutturazione o costruzione di strade, nei campeggi, nelle officine e in molte altre situazioni in cui non c'è accesso alla rete elettrica. Il generatore di corrente salverà sicuramente la situazione durante un'interruzione di corrente in casa.

Una fonte di energia indipendente come un generatore è usata nell'industria, nelle strutture pubbliche, nelle navi, nei cantieri, così come nei campeggi o nelle case. Ci sono diversi modelli sul mercato per soddisfare diverse esigenze e potenziali applicazioni. Possiamo dividere i generatori di energia secondo vari criteri. Possono essere dispositivi stazionari con grandi dimensioni e applicazioni industriali, o generatori mobili più piccoli usati, per esempio, nei cantieri. Possiamo trovare generatori con motori a benzina, motori diesel o motori a gas GPL. Possiamo anche dividerli in quelli con motori a due tempi e a quattro tempi. La divisione può anche riferirsi al tipo di prese - qui parleremo di aggregati monofase e trifase. Tenendo conto di questi e altri criteri, considereremo quale generatore per la casa scegliere.

 

Quindi cominciamo con il wattaggio che un gruppo elettrogeno dovrebbe avere. Non sarà rivelatore dire che più alto è il wattaggio e maggiori sono le capacità del generatore quando si tratta di collegare apparecchi esigenti, ma è così che va. Per i gruppi elettrogeni per la casa, un wattaggio nella regione di 2000-3000W dovrebbe essere sufficiente. Questa gamma è abbastanza ampia quando si tratta di modelli disponibili. Vale anche la pena notare che i generatori non hanno una durata illimitata e devono essere utilizzati secondo le raccomandazioni del produttore. È meglio iniziare leggendo il manuale d'uso e le informazioni sul funzionamento continuo e le potenze nominali dei dispositivi che possiamo collegare a un dato modello di generatore.

 

Una funzione importante, che dovrebbe avere un generatore, a cui ci colleghiamo, per esempio un computer portatile, è la funzione di stabilizzazione della tensione. I dispositivi elettronici (non solo i computer e i telefoni, ma anche gli utensili elettrici, che sono sempre più dotati di elettronica) sono sensibili alle fluttuazioni di tensione. Per questo motivo, il gruppo elettrogeno deve fornire la migliore qualità di corrente possibile. Una caduta di tensione al di sotto dei valori nominali porta ad un aumento simultaneo dell'intensità di corrente, con la conseguenza che il dispositivo collegato si "brucia". Quindi, la suddetta funzione di stabilizzazione della tensione è in effetti una delle caratteristiche più importanti che un generatore di corrente domestico dovrebbe avere.

 

Un'altra cosa sono le prese elettriche che ha il gruppo elettrogeno. Queste possono essere prese monofase o trifase. Un generatore monofase è sufficiente per la casa, ma se sappiamo in anticipo che lo useremo anche per alimentare apparecchiature più impegnative, ad esempio in occasione di alcune riparazioni o della costruzione di una casa estiva su un terreno, vale la pena pensare che il generatore abbia una presa trifase supplementare. Oltre a queste opzioni, ci sono anche generatori dotati di prese 12V per caricare le batterie dell'auto, e anche con USB.

Non si può negare che i gruppi elettrogeni siano macchine rumorose. Questo può essere un fastidio, non solo per noi stessi, ma anche per il nostro vicinato. Quindi, quando si sceglie un gruppo elettrogeno, è una buona idea prestare attenzione anche al livello di rumore.
Per quanto riguarda la connessione tra il rumore e il motore, vale la pena pensare alle attrezzature con un motore a quattro tempi. Un tale dispositivo sarà più costoso di un dispositivo con un motore a due tempi, ma a suo favore c'è una maggiore efficienza e un rumore leggermente inferiore durante il funzionamento. I dispositivi più silenziosi includeranno certamente anche le unità inverter. Questo è più costoso di un gruppo elettrogeno standard, ma più vantaggioso sotto diversi aspetti (il dispositivo è più piccolo, più silenzioso e più economico in termini di consumo di carburante).

 

Quando ci si guarda intorno per il giusto gruppo elettrogeno, è anche una buona idea prestare attenzione al comfort dell'unità. Un gruppo elettrogeno è un pezzo di equipaggiamento relativamente pesante, quindi le ruote saranno benvenute e renderanno certamente più facile lo spostamento del gruppo. Molti modelli ne sono dotati. I gruppi elettrogeni più piccoli hanno anche delle maniglie per il trasporto.
Quando si tratta di manutenzione, un sensore di livello dell'olio può aiutarvi a sapere quando rabboccare l'olio. A sua volta, la sicurezza del lavoro del gruppo elettrogeno sarà garantita da un interruttore termico, che proteggerà l'attrezzatura dal sovraccarico.

 

Makita EG2250A ha un motore a benzina a 4 tempi. È dotato di un serbatoio di carburante con una capacità di 15l. È dotato di 2 prese da 230V, oltre a una presa da 12V per caricare le batterie dell'auto. EG2250A è un modello con stabilizzazione di tensione e sensore di olio. Dispone anche di un avviamento facile e di un indicatore di tensione e di corrente.

* Campi obbligatori
Aggiungi commento