Valuta articolo:

Con i utensili é spesso come con la prima ragazza. Anche se, tutti si sognano una modella, alla fine iniziano a uscire con Chiara, la figlia dei vicini di casa. Con il passaggio di tempo però scappa fuori, che Chiara, apparte il fatto di essere simpatica, carina e intelligente, fa pure una buonissima torta di formaggio e la crostata. E i fai da te? Molti di loro con gli occhi dell’immaginazione wedono una bella colonna di systainer Festool, ma dopo il confronto dei sogni con le possibilità, capiscono che devono mirare alcuni scaffali più in basso. Vale la pena comprare, un trapano avvitatore economico nel pensiero, che quando non si ha ciò ci piace, ci piace quel che abbiamo? Certo! Specialmente in tempi di crisi.

Il marchio Itamati ha avuto il suo debutto sul mercato alla fine dello scorso anno. Sono dispositivi prodotti appositamente per la ditta Rotopino S.A., proprietaria del del negozio e sito rotopino.it. L’offerta é molto ricca, include sia elettroutensili, che i dispositivi da giardino. I prezzi sono molto soddisfacenti, la scelta ampia, allora cosa volere di più? Il primo dispositivo che abbiamo testato é il trapano avvitatore.

 

I dispositivi economici venivano associati da tempo alla pessima efficienza, materiali a basso costo e basse capacità. Itamati dimostra, che invece si può costruire un effciente e solido dispositivo, con un prezzo che non rovinera il budget di casa. Il modello CLD0103N é un trapano avvitatore equipaggiato di un cambio a due marcie, alimentato da una batteria 18 Volt con la capacità di 1,5 Ah. Nel set troveremo anche un caricabatterie rapido, che rigenera la batteria in 40 minuti circa. A prima vista fa una buona impressione . non ci sono trasandati elementi in plactica, non si stacca niente, e l’avvitatore non é troppo pesante.

 

Quali sono le prime impressioni dopo aver estratto il nostro nuovo acquisto dalla valigetta? L’avvitatore-come detto prima-si presenta molto bene. Le coperture morbide fanno in modo, che sta perfettamente nella mano, e il lavoro é molto ergonomico. L’anello del meccanismo a cricchetto del cambio funziona con la giusta resistenza, le diverse postazioni del momento torcente le possiamo impostare con precisione. Alla base dell’avvitatore troveremo un diodo LED, che aiuta ad illuminare il posto di lavoro, come anche l’indicatore di stato della batteria. Dopo l’accensione del dispositivo le diode colorate ci informano sullo stato della batteria.

 

Come ce la fa quest’avvitattore con i compiti base? Anche se, é un dispositivo amatoriale, il forte ingranaggio si dimostra eccellente al lavoro. Sulla prima marcia disponiamo di un notevole momento e bassa velocità. Sulla seconda marcia – l’inverso. Possiamo forare precisamente con una velocità di 1100 giri al minuto.

 

Se al trapano avvitatore manca qualcosa? Nel set sarebbe bene avere una seconda batteria. Ovviamente nessuno s’arrabbierebbe , avendo un impugnatura in un solo pezzo, ma ricordiamo ci, che questo é un dispositivo amatoriale. La potenza del elettroutensile compensa alcuni mancamenti.

 

Abbiamo effettuato un breve test d’efficienza della macchina. L’abbiamo armata di un inserto a taglio del marchio Irwin (12 mm), e dopo aver caricato al massimo la batteria fornitaci nel set, abbiamo deciso di vedere quanti buchi riusciremo a fare con una solo carica. Il nostro materiale era un pannello di truciolato dal spessore di 22 mm. Tenendo conto dei precedenti test di altri dispositivi di classe più alta, un pio desiderio sarebbe almeno un centinaio di buchi. Quando abbiamo dato un’occhiata all’orologio e riconosciuto con allarme, che manca un quarto alle sedici, ora all’quale bisogna assolutamente smettere di lavorare, e l’avvitatore era ancora in funzione e perforava come un matto, abbiamo riconosciuto, che di qui non si scherza... Alla fine il nuovo trapano avvitatore Itamati ha passato il test perfettamente, facendo nel pannello di truciolato più di 170 fori!

Produttori correlati al negozio Rotopino.it:
* Campi obbligatori
Aggiungi commento